BARBARA BERTANI

Chi sono

Mi chiamo Barbara Bertani, sono nata a Milano nel 1960, sono coniugata e ho due figli: Melania e Jacopo. Laureata e specializzata in Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni in Università Cattolica, dopo il Dottorato di ricerca ho continuato la collaborazione con questa Università e sono docente a contratto in alcuni insegnamenti del mio settore. Seguo il progetto Tutoring, il Placement e il Progetto Tirocinii nell’ambito della Facoltà di Psicologia: queste esperienze mi hanno permesso di conoscere il complesso percorso di uno psicologo che si avvicina e si forma nella nostra professione. Ho conseguito la Specializzazione in psicoterapia (Scuola sistemica), affiancandola a un percorso personale psicoanalitico, dedicandomi, in questi decenni, alla mia professione con serietà e passione. Il mio obbiettivo é sempre stato quello di sviluppare nelle organizzazioni, nei gruppi e negli individui quelle competenze necessarie per affrontare un mercato del lavoro sempre più frammentato e variegato. La mia esperienza come consulente in numerose Onlus e come  Presidente di Voce Amica Onlus mi ha confermato la necessità di accogliere e “ascoltare” il disagio psicologico che é sempre più frequente nel nostro sociale. Come consulente (nel settore no profit e profit) mi occupo di Risorse Umane (selezione, orientamento professionale, formazione) e svolgo accompagnamenti personalizzati in riferimento al proprio progetto professionale. Sono, infatti, Coordinatrice del Servizio di Psicologia del Lavoro e dell’Organizzazione in Cattolica. Parlare di progetto professionale nel nostro settore significa fare i conti con la difficoltà di conciliare interessi e opportunità lavorative, vita personale e vita professionale.

Oggi e Domani

In questi 5 anni in cui sono stata Consigliera e Coordinatrice della Commissione Deontologica ho cercato di declinare la Deontologia rileggendola all’interno dei molteplici contesti organizzativi in cui operano iscritti/e. Con lo Sportello Deontologico siamo riusciti a rispondere in maniera funzionale a richieste provenienti da iscritti/e in relazione a situazioni deontologicamente complesse. Ho realizzato, con un gruppo di colleghi, il Progetto Psicologo di Quartiere che ha portato lo psicologo ad essere inserito dentro i quartieri e tra la gente della nostra città. La realizzazione di questo progetto consente di ridurre la distanza tra la professione, i cittadini e gli interventi psicologici mostrando l’ampia gamma di ambiti cui la psicologia si rivolge e trasmettendo un’immagine di psicologia quale risorsa comprensibile e accessibile. Ho partecipato al Progetto Pari Opportunità con l’obbiettivo di aumentare la consapevolezza di iscritte/i dell’importanza di trovare una sinergia tra identità personale e professionale, di promuovere interventi e strumenti finalizzati a supportare colleghe/i per introdursi/mantenersi in contesti professionali.

Ho deciso di candidarmi, sostenendo la lista Professione Psicologo, per dare continuità al lavoro che con costanza, serietà e professionalità ho sviluppato in questi anni di consigliatura e mi ha permesso di comprendere le esigenze della nostra categoria: occupabilità, formazione e tutela.

La decisione di candidarmi con Professione Psicologo nasce dalla convinzione che sia importante che una professionista, che ha lavorato in differenti contesti organizzativi e si é interfacciata con istituzioni diverse, debba mettersi al servizio della comunità professionale per far crescere e migliorare la nostra professione.

Per questo il mio impegno è volto a promuovere e sostenere:

 DEONTOLOGIA: lavorando sul porre un’attenzione continua a prassi deontologicamente corrette
 CULTURA PSICOLOGICA: contribuendo alla diffusione della cultura psicologica, della conoscenza delle specificità e delle eccellenze
 OCCUPABILITÀ: promuovendo l’occupabilità degli psicologi, impegnandosi per favorire l’accesso alla professione

Per saperne di più sul nostro programma elettorale, clicca QUI.