COSA ABBIAMO FATTO

Facebook, youtube, webinar e app: tante novità per essere più vicini agli iscritti

Un punto rispetto al quale il gruppo Professione Psicologo ha dedicato risorse ed energie è quello della modernizzazione tecnologica dei mezzi di comunicazione tra OPL ed iscritti.

L’idea di sviluppare una community di psicologi OPL è stata sostenuta con l’implementazione della pagina facebook dell’Ordine e con la creazione del canale youtube, in linea con la tendenza social che sempre più si diffonde anche tra i colleghi per fare rete e informarsi.

La pagina facebook dell’Ordine Psicologi della Lombardia in pochi mesi è diventata punto di riferimento per oltre 2000 colleghi, i quali vengono quotidianamente aggiornati su quanto succede in OPL attraverso fotografie e video degli eventi, notizie di servizio, promozione sugli sportelli gratuiti per i nostri iscritti e molto altro ancora.

L’altro social network sul quale abbiamo investito molte energie è il nuovo video canale youtube, che in questi ultimi mesi abbiamo inaugurato e fortemente implementato.

Questo progetto, da una parte, ha voluto dare visibilità ai nostri servizi ed eventi in modo da diffondere la cultura psicologica tra la popolazione, ma più nello specifico permette ai colleghi la fruizione comoda, istantanea e direttamente da casa propria di parte degli eventi che promuoviamo in favore degli iscritti.

Visionandolo potrete trovare una serie di video playlist organizzate per tipologia di tema trattato: come promuoversi al meglio sul web; nozioni di fiscalità e deontologia per lo psicologo; tutorial per accompagnare lo psicologo nel mondo del terzo settore; i video di alcuni incontri e convegni che OPL ha promosso in questa consigliatura; molto altro ancora che vi lasciamo scoprire navigando voi stessi tra le pagine del canale.

A completare e dare sostanza a questi due potenti canali comunicativi, OPL è stato il primo ordine professionale in Italia a decidere di utilizzare la piattaforma webinar per svolgere seminari online. Questo strumento permette all’iscritto di connettersi all’evento non più recandosi fisicamente in sede, bensì accendendo il computer di casa propria ed entrando in un sito web ad hoc per l’occasione: ecco abbattute le barriere geografiche e gli spostamenti, facilitando la fruizione delle iniziative OPL anche agli iscritti più lontani dalla sede di Milano.

Il successo registrato per questa iniziativa, come facilmente immaginabile, è stato elevatissimo sia in termini di partecipazione ai singoli seminari in diretta, sia circa la soddisfazione degli iscritti per la qualità e fruibilità degli eventi.

Inoltre, tutti i webinar che OPL ha promosso sono consultabili anche a distanza di tempo sul nostro canale youtube, visionabili quindi 24 ore su 24 da qualsiasi postazione internet.

Con il diffondersi dei nuovi device di ultima generazione, inoltre, abbiamo ritenuto importante comunicare anche attraverso la “tecnologia del taschino”, per andare incontro alle esigenze di mobilità ormai sempre più diffuse. A questo scopo si è lavorato a:

  • Una versione mobile del portale www.opl.it, così da renderlo facilmente fruibile anche tramite schermi piccoli rispetto al computer di casa;
  • L’applicazione scaricabile gratuitamente dall’apple store per iPhone e iPad che permette di accedere alle principali funzionalità del portale ordinistico, tra le quali l’area riservata;
  • Un’applicazione “Web view” per Android, sulla falsariga del sito mobile

Tra le varie funzionalità di questi prodotti, che invitiamo a scaricare e provare, abbiamo voluto investire sulla tecnologia che permette di inviare notifiche push a tutte le persone che hanno scaricato le nostre applicazioni, in modo da avvisare in maniera tempestiva sulle principali novità professionali.

Facilitare i colleghi a lavorare: terzo settore e nuove tecnologie

Come da tradizione ormai consolidata, il gruppo Professione Psicologo ha messo a punto numerose attività per avvicinare i colleghi al mondo del terzo settore, implementandolo e ritagliandolo sempre più sulle esigenze che nel corso degli anni sono pervenuti alla nostra attenzione.

Oltre a dare seguito all’ormai noto corso sulla progettazione sociale tenuto da Giorgio Sordelli, che è stato anche implementato con altri moduli di formazione, infatti,

  • è stato creato uno sportello one to one per tutti gli iscritti che avessero l’esigenza di confrontarsi su singoli progetti, consultabile sia dal vivo sia online.
  • sono stati presentati in sede OPL alcuni bandi di interesse per la categoria, facilitando i colleghi nella loro compilazione. Questa iniziativa ha permesso a diversi partecipanti di ottenere finanziamenti per i loro progetti ed inserirsi in un contesto lavorativo.
  • Si è costruito un video-corso con informazioni utili per lo psicologo nel terzo settore, consultabile sul nostro canale youtube.

Valutate le sempre crescenti richieste dei colleghi in merito all’utilizzo delle nuove tecnologie all’interno della loro attività professionale, anche clinica, il gruppo Professione Psicologo ha voluto approfondire le potenzialità derivanti dall’utilizzo delle nuove tecnologie per creare nuove opportunità di lavoro.

In questa direzione, tra le varie attività portate a termine, sono stati creati:

  • Il kit pronto all’uso per lo psicologo online, contenente FAQ, stato dell’arte della ricerca scientifica, censimento di alcuni strumenti utili per effettuare consulenze psicologiche a distanza;
  • Un resoconto delle principali linee guida in vigore all’estero, che normano l’attività dello psicologo online;
  • Una serie di incontri tra professionisti per sensibilizzare, informare e confrontarsi sul tema, ultimo dei quali il convegno “Le nuove tecnologie nella professione dello psicologo” interamente consultabile sul canale youtube.

Lo psicologo del futuro dovrà conoscere limiti e vantaggi dei nuovi canali di comunicazione, e il lavoro raccolto è andato proprio in questa direzione.

La Biblioteca dei test

Uno dei servizi più amati dai colleghi e che in questi anni ha avuto il maggior successo, è stato ideato e costruito da Professione Psicologo e rappresenta un perfetto esempio del nostro modo di lavorare.

Partendo dall’appello di una giovane collega abbiamo iniziato due anni or sono a costruire l’idea di dedicare una sala della sede OPL a questo scopo e a cercare di convincere il Consiglio a darci seguito in questa impresa.  I cambi di maggioranze in OPL avvenuti a inizio 2012, l’indebolimento di Altrapsicologia e l’elezione a Tesoriere dell’Ordine di Riccardo Bettiga sono stati gli elementi positivi che hanno permesso a questa idea di divenire realtà. Avviando un grande piano di risparmio e il recupero di diverse decine di migliaia di euro di crediti che l’Ordine vantava, abbiamo avuto a disposizione un capitale economico straordinario per avviare un rinnovamento anche strutturale della sede. Con l’appoggio della nuova maggioranza fatta da Professione Psicologo il progetto di realizzare una piccola sala da dedicare ai test in breve è diventato un progetto di ristrutturazione e ammodernamento globale, la piccola sala è diventata una biblioteca e l’Ordine ha iniziato ad aprirsi alla comunità professionale diventando uno spazio vivo di confronto con e fra i colleghi lombardi.

Non ci aspettavamo un tale successo e l’eco della nostra iniziativa ha ampiamente superato i confini regionali, la bibloteca funziona, è frequentata regolarmente e gli eventi presso la sede, di presentazione e introduzione agli strumenti realizzati gratuitamente dalle case editrici, stanno raggiungendo sistematicamente il numero massimo di iscrizioni e partecipazioni.

Neuropsicologia

La Neuropsicologia si caratterizza oggi come uno degli ambiti più discussi all’interno della comunità professionale. La poca chiarezza e incongruenza delle normative recenti, a partire dal D.M. 246/2006 che istituì la Scuola di specializzazione in Neuropsicologia, l’aumento della richiesta delle prestazioni e l’accrescersi del numero di colleghi che svolgono attività neuropsicologiche, ci hanno portato a richiedere l’istituzione di uno specifico Gruppo di Lavoro in OPL.

In prima battuta, oltre ad un’intensa attività di consulenza e supporto ai colleghi, abbiamo realizzato un’indagine esplorativa sulla popolazione dei neuropsicologi lombardi che ha visto coinvolti più di 300 colleghi. Al contempo è stata portata avanti  un’indagine campionaria su alcune province in merito alla distribuzione dei servizi di neuropsicologia e in merito ai differenti inquadramenti professionali dei colleghi impiegati in tali strutture. Altre ricerche fondamentali sono state realizzate in relazione alle figure professionali limitrofe, alla eterogeneità della formazione in neuropsicologia, al focus normativo specifico e al confronto con le realtà estere.

Da tutti questi dati, presentati in occasione del convegno del 19 gennaio 2013, è emersa fra tutte la necessità di realizzare (per primi in Italia) uno specifico elenco regionale degli psicologi neuropsicologi, finalizzato a renderne più chiara e riconoscibile l’immagine professionale, a riordinare la confusione normativa in merito ai percorsi di formazione e alle competenze specifiche e ad avviare un percorso di promozione attiva della figura dello psicologo neuropsicologo che funga da faro per tutti gli Ordini regionali e che possa stimolare un aggiornamento normativo a tutela di una disciplina che è ormai largamente riconosciuta e autonoma all’interno del mondo psicologico.

Grazie a noi, da oggi in Lombardia esiste un elenco regionale dei neuropsicologi e c’è qualcuno che finalmente si occupa di voi.

Università

Professione Psicologo ha attivato nel 2011 un tavolo di incontro fra i Presidi e Direttori di dipartimento di tutti i corsi di Laurea in psicologia della Lombardia e l’Ordine per avviare un processo di raccordo e di incontro fra mondo della formazione e mondo della professione.  Nelle nostre prospettive future vorremmo realizzare un Osservatorio sulla Professione che rappresenti l’incontro fra le due realtà e che possa permettere, grazie a delle ricerche serie e continuative sullo stato della professione su scala regionale, di dare informazioni e indici utili per tarare l’offerta formativa universitaria e di direzionare le azioni dell’Ordine sulla base di serie  profonde ricerche scientifiche .

Tesoreria e Gestione Amministrativa

Il nostro gruppo ha fatto in questi anni un’operazione di alto livello istituzionale, ha scelto la serietà, l’operatività e il bene dei colleghi. Nel 2012 a fronte della caduta in minoranza del gruppo di Altrapsicologia abbiamo deciso di non bloccare i lavori dell’Ordine e di non portare avanti una vuota battaglia ideologica di paralisi dell’istituzione che poteva creare alla comunità professionale soltanto disagi e danni.

Abbiamo quindi scelto una collaborazione finalizzata al bene della professione. Il nostro ruolo è stato quello di ristrutturare, sistemare e riportare OPL per quanto possibile a una condizione di serietà, istituzionalità e democrazia gestionale. Abbiamo tagliato i costi e lavorato sul risparmio, limitando gli sprechi e gli arbitri sugli incarichi e le consulenze. Abbiamo avviato servizi e progetti nuovi come la Biblioteca dei test, la pagine facebook, il canale youtube, i webinar ecc.

In sintesi possiamo orgogliosamente dire che gli ultimi due anni di OPL, con poche eccezioni, sono l’esempio del nostro lavoro e delle nostre scelte responsabili.

Una nostra maggioranza di Professione Psicologi però farebbe la differenza, anche in questo.