DAVIDE BAVENTORE

Chi sono

Mi chiamo Davide Baventore, ho 42 anni e vivo in provincia di Milano con la mia compagna e i nostri due figli. Ho cominciato i miei studi di psicologia a Padova e li ho terminati a Milano. Ho avuto la fortuna di poter sperimentare diversi ambiti di applicazione della nostra disciplina lavorando prima con ragazzi a rischio in progetti psicosociali, poi come psicologo in un centro diurno psichiatrico e ancora come psiconcologo e psicologo di un’unità operativa di cure palliative, un’esperienza di contatto con il dolore che ha profondamente trasformato il mio modo di lavorare. Attualmente all’attività privata affianco il lavoro in un consultorio della federazione FELCEAF e parallelamente ho avviato un centro di iniziative rivolte alla famiglia e alla prima infanzia. Sono infine supervisore del servizio di Urgenza Psicologica di Varese della Cooperativa Limen, di cui sono socio. Da sempre ho dedicato tempo alla vita associativa, prima nei Giovani Psicologi della Lombardia poi contribuendo a fondare Professione Psicologo.

Oggi e Domani

Il lavoro svolto dall’attuale consigliatura del nostro Ordine è stato certamente innovativo e ha costituito un esempio importante per gli altri ordini regionali: OPL ha investito sulla tecnologia per migliorare la relazione con gli iscritti e i servizi a loro dedicati, ha intrapreso un’iniziativa coraggiosa – la creazione della Casa della Psicologia – per promuovere la nostra professione e dare spazio alle sua molte voci, ha sviluppato uno strumento d’incontro tra domanda e offerta in Lombardia (PsyMap). Mi riconosco nella professionalità, nell’impegno e nella passione della precedente consigliatura e con quello stesso spirito ho gestito negli ultimi anni l’organizzazione di alcuni cicli di webinar per gli iscritti, iniziativa che ben riassume la volontà di Professione Psicologo di essere vicino a tutti i colleghi sul territorio lombardo.

Svolgere al meglio la nostra professione oggi è un obiettivo ed insieme una sfida: sono tante le richieste a cui dobbiamo rispondere e sono poche le agevolazioni che ci sono riservate.

Per questo il mio impegno è volto a promuovere e sostenere:

 CULTURA PSICOLOGICA: portando la Casa della Psicologia in tutte le province e realizzando eventi ECM attraverso la piattaforma FAD (formazione a distanza) per renderli fruibili a distanza e nei tempi più congeniali per l’iscritto. Aumentando l’offerta di eventi trasmessi in streaming, per avvicinare ancora di più l’Ordine ai colleghi delle province e al grande pubblico interessato alla nostra disciplina
 FARE RETE/TERRITORIO: creando un servizio di consulenza per i colleghi o gli enti del terzo settore che intendano partecipare ai bandi per l’innovazione sociale che prevedono una valutazione d’impatto
 TUTELA DELLA PROFESSIONE: sensibilizzando la Regione, i comuni e tutte le istituzioni coinvolte sull’importanza di promuovere la tutela della Salute Mentale (Open dialogue, interventi di gestione e accoglienza della crisi, servizi di urgenza psicologica)

Per saperne di più sul nostro programma elettorale, clicca QUI.