GABRIELLA SCADUTO

Chi sono

Mi chiamo Gabriella Scaduto, ho 36 anni e vivo a Milano con il mio compagno. La mia esperienza formativa inizia presso l’Università degli Studi di Torino, dove mi sono laureata in Psicologia Criminale ed Investigativa conseguendo poi a Milano la specializzazione in psicoterapia. Successivamente ho vinto il Master dei Talenti, una borsa di studio, che mi ha permesso di lavorare per oltre cinque anni presso UNICEF – Bolivia  settore protezione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, nello specifico, nel progetto di sviluppo dell’ Unità di Attenzione a Vittime e Testimoni di Violenza sessuale e tratta e traffico di esseri umani (UAVT) e violenza di genere,   della Procura Generale di Stato. Questa esperienza mi ha permesso di diventare consulente UNICEF e si è progressivamente tradotta in una competenza tecnica e professionale specialistica nell’ambito generale della promozione e della tutela dei Diritti Umani da una prospettiva psicologica. Dal mio ritorno in Italia ho sempre lavorato in ambito privato come psicologa e psicoterapeuta svolgendo in parallelo numerose consulenze per diversi enti pubblici e privati sulle tematiche inerenti la psicologia e i diritti umani.

Oggi e Domani

Da oltre quattro anni, grazie alla fiducia accordatami dall’attuale consigliatura, ho avuto l’opportunità di collaborare in modo continuativo con l’Ordine degli Psicologi della Lombardia, attraverso diversi incarichi e deleghe. Sono stata referente delle relazioni esterne, intefacciadomi con le istituzioni pubbliche e private e i tanti colleghi con cui il nostro l’Ordine professionale entra in contatto.  Il mio impegno, inoltre, si è profuso come Referente per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza e coordinatrice del Progetto – “La Psicologia per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza”. La mia storia e la mia professionalità, costruite fra psicologia, politica e diritti umani, si declinano quindi oggi in un unico, coerente ampio ventaglio di azioni: dalla tutela dei diritti, alla cura delle sofferenze, dal pubblico al privato, è sempre la Persona, nella sua complessità biologica, psicologica e sociale, a dover essere aiutata. Come cittadini, come professionisti, come istituzioni.

La decisione di candidarmi con Professione Psicologo nasce dalla convinzione che sia importantissimo mantenere una continuità rispetto al lavoro svolto in questi ultimi anni continuando a lavorare con entusiasmo e competenza. Sono certa che ci sia ancora davvero la possibilità di fare tanto per i colleghi e per la società tutta partendo dai bisogni e dalle necessità territoriali specifiche, valorizzando le differenze e le competenze di ognuno, costruendo reti. Credo di potermi spendere in relazione a questo compito soprattutto perché ho imparato e interiorizzato una visione dell’Ordine come luogo di confronto e collaborazione continua,  come istituzione votata al contempo alla tutela dei diritti degli psicologi e dei cittadini. Sono convinta, che rappresentare la nostra categoria professionale voglia anche dire favorire, dentro e fuori la comunità psicologica, una nuova cultura politica e professionale, una cultura dei diritti umani e in particolare del diritto alla Salute, una cultura deontologica, una cultura della relazione d’aiuto, una cultura della competenza e del rispetto

Per questo il mio impegno è volto a promuovere e sostenere:

 DIRITTI: promuovendo le pari opportunità dentro e fuori la nostra categoria professionale e valorizzando il ruolo dello psicologo come stakeholder di competenze fondamentali, anche e soprattutto all’interno di tutti i programmi di promozione e tutela dei diritti umani
 TUTELA: creando reti e network con enti, istituzioni e altri professionisti affinché si possano creare o espandere le opportunità lavorative degli psicologi
 FARE RETE/TERRITORIO: diffondendo una cultura del diritto alla Salute come fondamento nella tutela della nostra professione attraverso progetti e iniziative su Milano e in tutte le province (Casa della Psicologia diffusa)

Per saperne di più sul nostro programma elettorale, clicca QUI.