PROFILO LAURA PAROLIN

Mi chiamo Laura Parolin, ho 42 anni e vivo a Milano con il mio compagno e mia figlia Viola di  quattro anni. Mi sono laureata in Psicologia Clinica e di Comunità, presso l’Università degli Studi di Padova, dove ho conseguito anche il dottorato di ricerca in Psicologia dello sviluppo e clinica e il titolo di psicoterapeuta. Dal 2008 lavoro come Ricercatrice in Psicologia Dinamica presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Milano –Bicocca.  Mi occupo di ricerca sui test di personalità e di studi sul processo e sugli esiti psicoterapeutici, sono review di alcune riviste scientifiche nazionali e sono affiliata ad Associazioni scientifiche nazionali e internazionali. Dal 2001 collaboro con l’Associazione per la Ricerca in psicologia Clinica –ARP- di Milano di cui sono diventata Associata nel 2010.

La decisione di candidarmi sostenendo Professione Psicologo nasce dall’interesse verso i raggiungimenti che i colleghi che hanno lavorato in questa lista hanno già realizzato in questi ultimi quattro anni. Per me questa scelta rappresenta una nuova sfida in cui credo di potermi spendere soprattutto in relazione a una visione dell’Ordine come luogo di incontro che attraverso un continuo confronto e una collaborazione attiva con il mondo professionale consenta di attivare commissioni di lavoro che producano proposte condivise e condivisibili su alcune tematiche cruciali per la promozione delle attività psicologiche.

Mi piacerebbe contribuire attivamente su alcuni temi:

  • formazione universitaria e post-universitaria: mi vorrei coinvolgere nel promuovere un dialogo con l’istituzione università che sia di ausilio alla progettazione di percorsi sempre più specializzati.
  • formazione continua, aspetto questo che mi vede direttamente coinvolta sia come fruitrice sia come formatrice. Credo sia importante favore linee guida chiare e orientative con l’obiettivo da un lato di favorire una professionalità più consistente e definita, ma dall’altro di tutelare i pazienti che ricevono le prestazioni psicologiche. In questa direzione è importante attivare contatti attivi e costruttivi con Master professionalizzanti e Scuole di Specializzazione post- universitarie come strumenti principe per favorire una collaborazione produttiva. Ritengo che questo approccio porti a una maggiore informazione sulle diverse opportunità, in modo da aiutare scelte più consapevoli nei colleghi.
  • Informazione e aiuto ai colleghi per districarsi nel complicato mondo dei bandi regionali, nazionali ed europei che garantiscono il reperimento di risorse finanziarie così carenti in questo specifico periodo storico, attraverso la preparazione di progetti di ricerca fondati metodologicamente e soprattutto ancorati alle reali esigenze del territorio.

Promozione degli psicologi attraverso un lavoro di networking attento per arrivare a costruire contatti con le istituzioni pubbliche e la Regione in modo aprire opportunità di occupazione in ambito sanitario sulla cura e sulla prevenzione della salute, a partire da una riflessione sui doveri e sui diritti legati alla professione dello psicologo